Missione di Sistema italiana in Albania. Relazioni bilaterali politico-economiche, collaborazione e investimento al mercato albanese

Alla capitale albanese si terrà il Business Forum Italia-Albania. La Missione di Sistema italiana, sotto la guidata del Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo economico Ivan Scalfarotto, si troverà a Tirana dal 18 al 20 febbraio.

Parte di questo forum saranno più di 350 delegati dall’Italia tra Istituzioni, Enti, Banche e Associazioni e circa 200 imprese italiane, che insieme rappresentano un fatturato di oltre 17 miliardi di euro e che incontreranno oltre 200 aziende albanesi iscritte agli incontri B2B.

L’Ambasciatore italiano a Tirana Cutillo ha voluto ribadire durante la sua parola che questo forum servirà ad aumentare la presenza delle aziende italiane in Albania.

“La Missione di Sistema è la più importante iniziativa esterna che il Governo italiano mette in campo a favore dell’internazionalizzazione delle aziende italiane e avrà il duplice scopo di offrire una straordinaria opportunità per favorire nuove attività e investimenti italiani nonché di consolidare la presenza delle già numerose aziende italiane presenti in Albania” ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Albania Alberto Cutillo.

Il Ministro delle Finanze, Ahmetaj ha sottolineato che questo forum rafforzerà i rapporti bilaterali tra Albania e Italia.

“Siamo entusiasti di ospitare un’iniziativa di tale rilievo organizzata dal principale partner economico dell’Albania in un anno così importante per il futuro del Paese. Sarà un’opportunità da cogliere appieno da parte di tutti” ha ribadito il Ministro delle Finanze albanesi Arben Ahmetaj.

Durante questo forum si terranno un seminario incentrato su programmi e strumenti di finanziamento nella Regione e tre tavoli settoriali sui focus della missione – Infrastrutture, nella sua accezione più ampia (turistiche, ospedaliere, scolastiche, di trasporto, ecc.), Energia & Green Tech e Agroindustria e trasformazione alimentare.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter