Espulsione di due diplomatici albanesi, Ministero Esteri d’Albania: reazione di Mosca non è una sorpresa 

Il Ministero Albanese degli Esteri rende noto che due diplomatici albanesi in Russia sono stati proclamati non grata, dopo la decisione dell’Albania, alcuni giorni fa per l’espulsione di due diplomatici russi, sulla scia dell’attacco chimico a Salisbury.

Secondo il Ministero degli Esteri, l’Ambasciatore della Repubblica d’Albania a Mosca è stato convocato al Ministero degli Esteri della Federazione Russa dove gli hanno comunicato la decisione per espellere due diplomatici albanesi accreditati nella Federazione Russa, come persone non grata. La reazione di Mosca non è una sorpresa.

“La decisione adottata da noi, pochi giorni fa in merito ai due diplomatici russi, in coordinazione agli atteggiamenti dei nostri alleati strategici era in proporzione all’attacco chimico di Salisbury. Sottolineamo che i nostri canali diplomatici rimangono aperti in funzione delle costruttive relazioni bilaterali, della pace e della sicurezza”, rende noto il comunicato del Ministero albanese degli Esteri.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter