Albania, percorso verso Unione europea

I Paesi dei Balcani occidentali sono vicini all’apertura dei negoziati con l’Unione europea. Quest’ultima è stato sempre a fianco ai paesi dei Balcani, cercando di sostenerli e facilitarli nei loro progressi.

Questo obiettivo a lungo termine (di accogliere anche i paesi dei Balcani occidentali) si sta faccendo realtà per l’Albania a gli altri paesi della regione passo dopo passo, con l’adempiezza dei criteri richiesti. Gli ultimi mesi erano testimoni di grandi dei passi fatti in avanti su questa strada.

Durante l’ultimo semestre a stare in testa all’Unione era la Bulgaria, paese che aveva come sua priorità l’ingresso dell’Albania all’UE e anche il sostegno dei Paesi dei Balcani. A maggio si terrà anche un vertice a Sofia sulla questione.

Ci riferiamo sempre ai Balcani Occidentali in generale, ma i Paesi candidati all’ingresso nell’Unione europea sono di specifico:

-il Montenegro,
-l’Albania,
-la Serbia,
-e la ex-Repubblica jugoslava di Macedonia.

Il Kosovo e la Bosnia Erzegovina al momento vengono considerati potenziali candidati.

Ovviamente ci sono in ballo alcuni criteri da attuare e mentre si cerca di adempierli l’UE, che ha stabilito tali richieste, valuta l’andamento.
Cercando di fare un pò di chiarezza possiamo raggrupare i criteri richiesti in tre principali gruppi:

  • politici
  • economici
  • di riforma

Alla base di tutto sta il rispetto dei valori democratici, ed è proprio qui che si basa l’Unione europea.

Sono indispensabili le istituzioni stabili nel Paese, che possano garantire la democrazia, lo stato di diritto, i diritti umani, il rispetto delle minoranze e la loro tutela.

Ci sono inoltre criteri economici. Lo scopo è quello di portare il Paese ad un’economia di mercato affidabile e la capacità di far fronte alla pressione concorrenziale all’interno dell’Unione.

Il Paese deve anche mostrare di essere in grado di accettare gli obblighi derivanti dall’adesione e di attuare efficacemente le leggi e le politiche dell’UE.

I criteri politici, economici e di riforma hanno avuto il giusto andamento e l’Unione europea che monitora è convinto, perciò l’Albania adesso ha avuto un positivo progress-rapporto dalla Commissione.

I negoziati formali includono 35 capitoli e coprono i diversi settori di cui l’UE si occupa. Se i negoziati e le riforme hanno esito positivo si passa allora al completamento del Trattato di adesione.

Quello che ci resta da fare è di aspettare la ratifica da tutti i membri dell’UE prima di procedere all’adesione.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter