Gjiknuri, iniziative per sicurezza stradale e frontiere

Il Ministro albanese dell’Infrastruttura ed Energetica, Damian Gjiknuri ha partecipato all’incontro dei Ministri dei Trasporti dei Paesi dei Balcani Occidentali, in corso a Ljubljana.

A questo incontro, iniziato dal Commissario Europeo per i Trasporti, Violeta Bulc, si è unita anche la Turchia. Presenti erano  rappresentanti da Paesi membri dell’Ue quali l’Italia, la Croazia, la Slovenia, la Grecia, la Romania e il Cipro.

“Ho partecipato all’incontro organizzato con i Paesi del Sudest europeo. In esso, oltre al Commissario Europeo per i Trasporti erano presenti alcuni dei Paesi membri dell’Ue che dimostra l’interessamento in crescita per questo settore per la partecipazione di altri Paesi in quelli che si chiamano importanti corridoi europei”, ha detto il Ministro Gjiknuri.

L’obiettivo primario di questo forum è l’appoggio all’iniziativa dell’Unione Europea e di altri Paesi per la sicurezza stradale e la gestione delle frontiere.

“Il caso dell’Albania con i Paesi vicini è stato considerato un modello positivo in questa direzione. Ho avuto l’occasione di presentare i progetti del Governo albanese per quanto riguarda la sicurezza stradale, ma sopratutto i progetti di sviluppo in infrastruttura. Ho spiegato gli schemmi del supporto finanziario attraverso il partenariato pubblico-privato in quanto una delle forme per il miglioramento dell’infrastruttura in Albania”, ha sottolineato Gjiknuri.

In conclusione dell’incontro, i Ministri si sono intesi di due dichiarazioni che alla base hanno il comune impegno per l’aumento della sicurezza stradale e le agevolazioni nei valichi di frontiera.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter