Detenzione domiciliare per Saimir Tahiri

La Corte d’Asise ha deciso la misura di sicurezza “detenzione domiciliare” per l’ex ministro degli interni Tahiri. La decisione è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Un gruppo di procuratori hanno comunicato a lui questa decisione della Corte che arriva a pochi giorni dalla consegna del mandato di deputato. 

Dopo questa decisione a lui verrà revocato il passaporto e le uniche persone che potrà incontrare sono i suoi avvocati e familiari.