Ministri Esteri, maggiore collaborazione per Balcani

Secondo “European Western Balkan”, la comune conclusione dei Ministri degli Esteri dei Balcani Occidentali, incontrati a Londra nell’ambito del Summit del Processo di Berlino, è che la loro collaborazione in vari settori è il più importante obiettivo per i Paesi dell’area.

Nel suo intervento, il Ministro degli Esteri dell’Albania, Ditmir Bushati ha dichiarato che “il consolidamento della collaborazione tra i Balcani Occidentali e l’Unione europea per le questioni della sicurezza è la fondamentale per affrontare con successo le comuni sfide”.

Il Ministro degli Esteri del Kosovo, Behgjet Pacolli ha ripetuto l’importanza della collaborazione, sottolineando che “servono maggiori sforzi per consolidare la collaborazione regionale, per renderla più efficace e più vicina ai cittadini”.

Il Ministro degli Esteri della Serbia, Ivica Dačić, esprimendo l’importanza della collaborazione ha sottolineato che “ci sono tanti problemi ereditati dal passato che possono essere risolti in futuro. Siamo disposti a risolvere le questioni delle relazioni con Pristina e le questioni ancora aperte con i Paesi dell’area”.

Il Ministro degli Esteri della Macedonia, Nikola Dimitrov, da parte sua si sente ottimista, prima del Summit della Nato a Bruxelles e, parlando dell’importanza delle riforme e dello Stato di diritto ha affermato che “le riforme sono impossibili senza la volontà politica e a noi non manca”.

Il Ministro degli Esteri di Bosnia ed Erzegovina, Igor Crnadak, tra l’altro ha sottolineato che “continuiamo la lotta contro la corruzione e per lo Stato di diritto”.