Profughi dall’Italia all’Albania, il Premier Rama: «Niente scambi con la Ue, ma ognuno faccia la sua parte»

Il capo dell’esecutivo albanese al «Corriere»: «Le relazioni tra Italia e Albania sono sempre state ottime indipendentemente dalle forze politiche al governo»

«Dovevamo fare qualcosa per quelle persone che l’impotenza europea aveva ridotto a prigionieri». Il primo ministro albanese Edi Rama conferma la posizione del governo socialista nell’accogliere 20 eritrei della nave «Diciotti». Ma invita il Vecchio continente a risolvere la questione.

Secondo il Premier Rama – «Non c’è stata alcuna trattativa. Volevamo fare qualcosa, ma abbiamo esitato per evitare incomprensioni con Roma. Lo scambio tra i ministri degli Esteri ha risolto la cosa. L’Italia ha fatto tanto per noi e per l’Europa: ma per troppo tempo è stata lasciata sola».

Più avanti, Rama afferma – «Abbiamo sempre ospitato le popolazioni in pericolo. Ricordo gli ebrei in fuga dai nazisti. Ricordo il mezzo milione di kosovari nel 1999. Ricordo i tremila iraniani liberati dalle galere dell’Iraq. Ricordo i siriani arrivati questi mesi».

Concludendo la sua intervista su “Corriere”, il Premier sottolinea – «Stiamo percorrendo la strada dell’europeizzazione: abbiamo fatto tanto, ma molto resta ancora da fare. Ma come dimostra la lotta alla mafia in Italia questa è una battaglia che dura più della serie “Gomorra”».

https://www.corriere.it/economia/18_agosto_26/profughi-dall-italia-all-albania-premier-rama-niente-scambi-la-ue-ma-ognuno-faccia-sua-parte-7f024eb4-a96a-11e8-ac75-03917cf6f044.shtml

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter