Meta al foro Tirana Connectivity

Intervenendo al foro Tirana Connectivity, organizzato dall’Istituto per la Cooperazione e lo Sviluppo, le fondazioni Konrad Adenauer, Friedrich Ebert e Hans Seidel,  il Presidente della Repubblica d’Albania, Ilir Meta ha detto che ogni nuovo passo deve servire alla convivenza europea. Lui ha dichiarato che l’Albania e la Macedonia hanno tutte le possibilità per l’avvio dei negoziati, il prossimo anno, se vengono focusate nell’attuazione delle riforme.

Più avanti il Presidente Meta ha sottolineato che “i summit di Berlino, Vienna, Parigi, Trieste e Londra sono la testimonianza dell’impegno e dell’interesse dei grandi attori dell’Unione europea”.

Il Summit di Berlino ha fatto l’intreccio dei progetti strategici regionali con i meccanismi finanziari internazionali che rendono possibile la loro attuazione. Sin dal primo incontro di Berlino, la collaborazione regionale ha conosciuto dei balzi qualitativi con iniziative e concreti progetti.

“Vorrei sottolineare il fatto che essi hanno posto l’accento nel bisogno della collaborazione in coerenza con le principali sfide dell’area. L’ultimo summit, quello di Londra ha messo in rilievo che noi siamo di fronte a sfide che si collegano con le questioni della sicurezza. La soluzione dei disaccordi bilaterali, la cooperazione e la riconcilliazione, la comune lotta contro il crimine organizzato e le questioni della migrazione sono stati i suoi temi centrali”- ha detto Meta.

L’allargamento dell’Ue e della Nato nella nostra area rimane uno degli insostituibili progetti strategici per la pace, la sicurezza e la nostra stabilità.