Commissione Europea offre aiuto a Pristina e Belgrado per trovare soluzione alla crisi, Haradinaj, “Siete in ritardo”

La Commissione Europea ha offerto il proprio aiuto al dialogo tra Pristina – Belgrado per oltrepassare la crisi causata della tassa di 100% imposta dal governo kosovaro per i prodotti di importo dalla Serbia.

In una lettera spedita al Premier di Kosovo Haradinaj, l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, il Commissario Europeo per l’Allargamento e la Politica di vicinato Johannes Hahn, e  il Commissario Europeo per il Commercio Sesilia Malström, tra l’altro offrivano anche la sostituzione della nominazione nelle annotazioni, da UNMIK (United Nations Interim Administration Mission in Kosovo) in “Kosovo”,  nell’accordo centroeuropeo di libero scambio.

In questa comunicazione, i rappresentanti della Commissione Europea si rivolgevano anche ad alcune preoccupazioni annotate in una precedente lettara del premier kosovaro, dove Haradinaj spiegavano anche le raggioni che lo avevano spinto a prendere tale decisione. Mentre RTK riporta che il premier Haradinaj ha risposto negativamente alla loro offerta, dichiarando che è arrivata in ritardo.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter