“Centro di accoglienza Tirana”, Veliaj e Cutillo all’inaugurazione della Casa per i senzatetto

Grazie al progetto “Tirana Shelter for Homeless”, gestito dal Municipio di Tirana e sostenuto dal Programma Italo-Albanese di Conversione del Debito, IADSA la capitale albanese ha un nuovo centro di accoglienza. Presente all’inaugurazione era il sindaco di Tirana Erjon Veliaj e l’Ambasciatore italiano in Albania Alberto Cutillo.

Il sito ufficiale dell’Ambasciata spiega che in base a questo progetto il Governo italiano rinuncia al rimborso dei crediti agevolati concessi venti anni fa al Governo albanese e concorda con quest’ultimo l’utilizzo dei fondi corrispondenti a quei rimborsi per programmi di sviluppo a finalità sociale.

Alla cerimonia di apertura il sindaco di Tirana, Veliaj, ha voluto sottolineare questa proficua collaborazione con la parte italiana dicendo: “Questo è il secondo progetto insieme all’ambasciatore Cutillo. Il primo era quello delle nuove case per la comunità dei rom, i quali non vivono più sulla riva del fiume. Oggi abbiamo iniziato ufficialmente un’altra iniziativa, che credo sia tra le più sociali a Tirana: un ambiente permanente per i senzatetto”.

L’Ambasciatore Cutillo ha sottolineato il grande lavoro fatto per garantire l’apertura del primo rifugio sicuro in cui le persone senzatetto possono trovare un letto, un pasto caldo e assistenza sociale di base, recuperando nello stesso tempo spazi in disuso e rivitalizzando un pezzo di eredità industriale obsoleta.

“Il Comune di Tirana, sta lavorando su tanti fronti, e in molti casi alleandosi con partner italiani pubblici di primo livello, rendendo la città sempre più vivibile e migliore per chi vi abita. Nessuna città però può correre velocemente verso lo sviluppo, se dimentica gli ultimi, le persone che più di altri necessitano di aiuto e assistenza per poter riprendere il percorso di una vita che a volte può essere molto avversa. Posti come questo, insieme alla solidarietà della città intera, sicuramente possono dare un contributo importante. In queste attività, il Comune di Tirana e tutti i comuni albanesi posso contare sul sostegno italiano per la difesa dei diritti essenziali dei cittadini ed il sostegno alla fasce più vulnerabili”- ha detto l’Ambasciatore.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter