DVB/T2 – Agenzia Media Audiovisivi rinvia a settembre le trasmissioni digitali per Tirana e Durazzo

Con gli ultimi cambiamenti dell’era digitale si dovrà necessariamente disporre di un TV o di un decoder compatibile DVB-T2 se si vorrà continuare a ricevere i programmi televisivi.

In un ultimo avviso, l’Autorità dei Media Audiovisivi informa che a Tirana, Durazzo e Valona il segnale per le trasmissioni in analogo si posticipa il 1 settembre 2019.

Durante questo periodo di transizione nei distretti di Tirana e Durazzo si può continuare a vedere la televisione secondo il vecchio formatto oppure si possono vedere 36 canali televisivi senza pagamento per chi ha acquistato il decoder DVB/T2.

AMA tiene in considerazione che questi due distretti sono i più popolati, e secondo i dati forniti dagli operatori economici, non ci sono a disposizione abbastanza decoder tipo DVB/T2 da soddisfare il mercato.

Cos’è il DVT/T2?

DVB-T2 è un acronimo con cui ci si riferisce al sistema televisivo digitale terrestre di seconda generazione. L’obiettivo è da un lato quello di migliorare la ricezione con apparati fissi e portatili, dall’altro quello di far crescere il bitrate rispetto all’attuale DVB-T.
DVB-T2 usa codici a correzione d’errore simili a quelli impiegati con lo standard satellitare DVB-S2, permette di ricorrere a sistemi MIMO, prevede metodiche per la riduzione della potenza di picco irradiata all’antenna trasmittente, più di 8.000 portanti; consente di usare diverse versioni di codifica e modulazioni, di aumentare le distanze tra antenne e ricevitori, di incapsulare pacchetti IP nello stream e altro ancora.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter