Bushati, comunità albanese a sostegno di emendamenti costituzionali

Il Parlamento macedone ha detto sì ai quattro emendamenti proposti dal Governo riguardanti le modifiche della costituzione del Paese, approvando in questo modo il nome stipulato nell’accordo di Prespa con la Grecia: Repubblica della Macedonia del Nord.

Dopo il voto a favore della Macedonia, il Premier greco Alexis Tsipras ha dichiarato che l’accordo per la ratifica sarà presentato in Parlamento entro la fine del mese.

Il contributo e il sostegno dei partiti politici albanesi nella ex Repubblica jugoslava della Macedonia (Fyrom) sono stati fondamentali per l’approvazione degli emendamenti costituzionali volti alla modifica del nome del Paese in Repubblica della Macedonia del Nord, ha sottolineato tra l’altro il Ministro per l’Europa e gli Affari Esteri dell’Albania, Ditmir Bushati, congratulandosi con il Premier macedone, Zoran Zaev, per l’avvenuta realizzazione di quanto era disposto all’interno dell’accordo di Prespa.

Su Twitter Bushati ha scritto che “Il risultato della votazione del parlamento di Skopje è un altro chiaro segnale di come le politiche dei Paesi stiano facendo largo all’Unione europea e alla Nato. Il contributo dei partiti politici albanesi è stato ancora una volta decisivo in questo senso”.

L’Alta rappresentante della Politica Estera dell’Ue, Federica Mogherini e il Commissario per l’Allargamento e i Buon Vicinato, Johannes Hahn, tramite un comunicato stampa, si esprimono contenti per questa del Parlamento macedone –  “La politica in Macedonia ha colto questa occasione unica e storica nel risolvere una delle più antiche controversie dell’area e nell’avanzare in questo modo nella via che porta verso all’Unione Europea”.

Il Segretario generale della NATO, Stoltenberg, su Twitter ha scritto: “La NATO sostiene fermamente la piena attuazione dell’accordo, che è un importante contributo per la stabilità della regione”.

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter