Evento “Un Albania senza cannabis”,  ambasciatore Cutillo: “Lotta alla criminalità obiettivo verso l’integrazione europea”

“La lotta alla criminalità organizzata resta principale obiettivo dell’agenda della politica albanese”. È questa la dichiarazione dell’ambasciatore d’Italia a Tirana, Alberto Cutillo, che era presente all’attività “Un Albania senza cannabis”.

Presente in questa attività erano il Ministro degli Interni, Sandër Lleshaj, l’Ambasciatore dell’UE a Tirana, Luigi Soreca, il Direttore Generale della Polizia di Stato, Ardi Veliu, il Direttore del Servizio di Collaborazione Internazionale di Polizia, il Ministro italiano degli Interni, Giuseppe Spina, il Generale di Brigata della Guardia di Finanza, Giuseppe Arbore, ecc.

L’ Ambasciatore italiano ha dichiarato che oltre alla riduzione drastica delle piantagioni, è importante evidenziare l’efficacia strategia anti cannabis. Riguardo la collaborazione lui ha sottolineato che “l’andamento positivo di questa collaborazione si è vista con il recente risultato di un duro lavoro di quattro anni della Squadra Investigativa Comune, che ha consentito alla magistratura e polizia italiana e albanese di lavorare insieme portando ottimi risultati”.

L’Ambasciatore italiano ha dichiarato che “il Ministero degli Interni dell’Italia ha come scopo di svolgere anche quest’anno una serie di voli con modalità all’avanguardia, che presto verranno adattate anche dalle autorità albanesi”.  “La lotta alla criminalità organizzata è priorità per l’Albania, per i suoi cittadini e per i giovani che vogliono un paese migliore per costruire il loro futuro”, ha detto Alberto Cutillo.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter