Borchardt, incoraggio i nuovi deputati di entrare in Parlamento

Il capo della Presenza OSCE in Albania Bernd Borchardt ha detto che incoraggia l’introduzione in Parlamento dei nuovi candidati dell’opposizione che hanno il nome nelle liste, dopo l’abbandono che l’opposizione unita, PD e Movimento Socialista per Integrazione(LSI), ha fatto all’aula parlamentare.

Secondo lui, sono i nuovi candidati che devono decidere se votare o no sulla riforma elettorale, poiché il loro voto è completamente lecito.

“Incoraggio i nuovi candidati dalle file dell’opposizione, che hanno il nome nelle liste di andare al Parlamento. Questo è un processo normale. Sono loro a decidere se ricevere il mandato oppure unirsi all’abbandono dei due principali partiti dell’opposizione. In corso è la riforma elettorale che richiede 84 voti. Non so se coloro che sono entrati nel Parlamento siano a favore della riforma, ma il loro voto è legittimo e quindi devono votare”, ha detto il capo della Presenza dell’OSCE nel nostro paese, Bernd Borchardt.

Lui ha parlato anche delle proteste organizzate dall’opposizione, sottolineando che devono essere proteste pacifiche.  Il capo della Presenza OSCE in Albania Bernd Borchardt ha incoraggianto anche la partecipazione dell’opposizione alle amministrative che si devono tenere a giugno.

“La protesta è un diritto democratico, però devono essere pacifiche. Comunquer sia, noi incoraggiamo la partecipazione alle elezioni e non il loro boicottaggio”, ha detto Borchardt.