Per una dogana Europea, sicurezza, innovazione, progresso

Si è svolta la conferenza sul gemellaggio “Preparazione dell’amministrazione Doganale albanese per il Sistema della gestione della tariffa integrata dell’UE”, un progetto questo finanziato dall’UE, che ha stanziato 1.8 milioni di euro.

Le dogane in Albania hanno iniziato il lavoro per mettere in atto il progetto sull’integrazione tariffaria con l’Unione Europea. Questa iniziativa servirà ad unificare i codici dei business in dogana appena l’Albania sarà ammessa come membro dell’UE. Due anni di collaborazione e scambio di esperienza tra le amministrazioni delle dogane albanese e italiana, che hanno prodotto risultati concreti.

“Il senso di questo gemellaggio è di favorire lo sviluppo di un’amministrazione doganale sempre più efficiente e vicina alle esigenze dei singoli operatori e cittadini” ha dichiarato l’Ambasciatore Cutillo.

Luigi Soreca, Ambasciatore dell’UE a Tirana, ha dichiarato che oltre all’impegno per unificare le tariffe, l’Albania si deve impegnare sulla trasparenza e nella lotta alla corruzione.

Durante la conferenza di chiusura di questo progetto, la Direttrice Generale dell’Amministrazione Doganale albanese, Belinda Ikonomi, ha sottolineato che “questo progetto ha influenzato positivamente nel miglioramento della legislazione in questo campo e anche nell’aumento delle capacità delle risorse umane”.
In questa cerimonia, il vice Ministro delle Finanze Elton Haxhi,  ha sottolineato l’importanza di questo progetto di gemellaggio come una congiunta collaborazione tra il governo albanese con l’Unione Europea, e in particolare con il Governo italiano.
L’entrata nel “Sistema della gestione della tariffa integrata dell’UE “ è una priorità per l’attuazione del Documento Strategico Nazionale 2014-2020 per l’Albania, legato al settore della riforma nell’amministrazione pubblica.