Meta: Preparato per rinunciare al mandato, parlamento legittimo

Il Presidente della Repubblica, Ilir Meta ha commentato dalla città di Pogradeci (Albania sudorientale) la crisi politica in Albania.

“Ho dato le mie argomentazioni sulla crisi, che per me è intenzionale. Non abbiamo la Corte Costituzionale e di conseguenza è compromesso l’ordine costituzionale”- ha sottolineato il Presidente.

Per quanto riguardo l’estremo atto dell’opposizione per la rinuncia ai mandati, lui ha affermato che “questo atto è condannabile ed inaccettabile”.

“Il parlamento ha 82 deputeti legittimi, inclusi i tre deputati che non hanno rinunciato ai loro mandati. Ogni altro numero è illecito, sul piano politico, legale e morale. Possono essere richiamati un milione di albanesi sopra i 18 anni per approvare le riforme, ma ciò non risolve la crisi” – ha detto Meta.

Secondo lui, la crisi non viene risolta ne con la retorica e neppure con metodi polizieschi, ma con dialogo e seri tentativi.

“In qualità di Presidente ho fatto ogni tentativo per prevenire la crisi. Sono preparato per rinunciare al mandato e anche sacrificarmi come fece Salvador Allende, per non permettere l’istallazione di una giunta militare. Le sue conseguenze potrebbero essere gravi per l’Albania” – ha detto il Presidente della Repubblica, Ilir Meta, trovatosi a Pogradeci in appoggio alla campagna nazionale per la donazione del sangue.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter