Riabilitazione rete idrica di Tirana, avvio dei lavori

Da oggi ci saranno meno dispersioni nella rete idrica di Tirana, grazie agli ultimi lavori fatti nel servizio di distribuzione.

Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti la Ministra per le Infrastrutture e l’Energia Belinda Balluku, il Sindaco di Tirana Erion Veliaj, il Direttore Generale dell’UKT (acquedotto e fognature) Alqi Bllako, l’Ambasciatore italiano a Tirana, Alberto Cutillo, ecc.

Questo progetto amonta a un costo complessivo di oltre 27 milioni di euro, 10 dei quali sono stati finanziati della Cooperazione Italiana allo Sviluppo. L’obiettivo finale è quello di migliorare il livello del servizio di distribuzione dell’acqua potabile alla popolazione.

L’Ambasciatore Cutillo, nel ricordare come nell’ambito del Programma italiano di sostegno del sistema idrico siano già stati realizzati, nel corso degli ultimi anni, numerosi interventi urgenti e servizi di assistenza tecnica secondo i migliori standard europei, a beneficio della rete Idrica di Tirana e del management dell’UKT, ha sottolineato come questo progetto sia “una nuova positiva pagina dell’amicizia e del sostegno italiano all’Albania, questa volta nel segno di un bene prezioso e fondamentale per tutti i cittadini come l’acqua”.

Per giungere fino in questa fase sono stati gettati tanti passi, anno dopo anno. Tra le tante collaborazioni con compagnie straniere da Olanda, Croazia, Francia, ecc., un importante ruolo ha avuto anche la collaborazione con l’Italia.

Con la Regione Puglia e con l’acquedotto Pugliese è stato siglato un memorandum d’intesa l’11 novembre del 2015. Lo scopo era il miglioramento dell’efficienza e della performance nel servizio dell’acqua per la città di Tirana.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter