Balcani occidentali, accordo mini-Schengen tra Albania, Serbia e Macedonia del Nord

Il presidente serbo Aleksandar Vučić, il premier albanese Edi Rama e il premier macedone del Nord, Zoran Zaev hanno parlato oggi a Novi Sad (Serbia) sull’ulteriore rafforzamento della cooperazione regionale e di un accordo mini-Schengen, firmando una comune dichiarazione per garantire le quattro libertà fondamentali conformemente all’accordo di Schengen.

Nella congiunta conferenza stampa, le tre personalità si sono impegnate per creare uno spazio libero per tutti i paesi della nostra area. Loro hanno invitato tutti i paesi dei Balcani occidentali di lavorare insieme “a nome dei nostri cittadini e dei nostri bambini per garantire e realizzare questi diritti e le libertà fondamentali”.

“L’accordo mini-Schengen dei Balcani diventerà realtà entro il 2021. Dobbiamo superare i problemi del passato storico. L’applicazione di questo progetto servirà al nostro futuro europeo” – ha affermato Rama alla conferenza stampa di Novi Sad, sottolineando che i tre leader concordano di tenere il prossimo incontro a Ocrida (Macedonia del Nord) invitando gli altri leader della regione a partecipare in questo progetto.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter