Investimenti al porto Limion di Saranda e Capo di Rodon, concessione per 35 anni

L’agenzia degli appalti pubblici ha proclamato i vincitori che avranno in concessione due importanti porti, quello di Limion a Saranda, già esistente, e quello del Capo di Rodon che servirà per gli yacht. La durata della concessione è di 35 anni, la forma del contratto è B.O.T (Costruzione – Operazione – Trasferimento), mentre la fonte di finanziamento è l’investimento privato.

 Porto di yacht al capo di Rodon

I vincitori sono “Praslin Investimenti” e “R&T” che sborseranno in questo investimento una somma che ammonta a circa 880 mila euro. Il progetto prevede un porto secondo standard europei. La profondità sarà 5.5 m, protetto dal vento e c’è anche la costruzione di una diga paraonde per la protezione di navi e yacht.
In fase di sviluppo ci sono anche altri porti dedicati agli yacht,  a Shëngjin, a Kavaja (castello di Turra), e anche a Durazzo.

 

 Porto Limion a Saranda

Vincitore dell’appalto per la costruzione di questo porto è l’unione delle due compagnie “Kastrati” e “Edil Al”, che avranno il diritto di sfruttare questo investimento per 35 anni. L’investimento in questo porto ammonterà a circa 10.5 mln euro.

Il lavoro verrà suddiviso in due fasi. La prima fase verrà realizzata entro 20 mesi e consiste nella collocazione di alcuni depositi che serviranno per il fornimento con petrolio, nella costruzione delle strade, e in altre necessità logistiche. La seconda fase può durare fino a 44 mesi, con termine verso la fine del 2021. In questa fase verrà messa a disposizione l’intera infrastruttura moderna per accogliere i mezzi di trasporto marino, passeggeri e merci.

Il Porto di Saranda è l’unico nella zona meridionale dell’Albania, per chi volesse accedere via mare a città come Saranda,  Delvina, Gjirokastra, Përmet e Tepelena.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter