Hahn, si spera in riveduta di decisione su avvio negoziati con Albania e Macedonia del Nord

Il Commissario europeo per l’Allargamento, Johannes Hahn, nel suo ultimo discorso davanti alla Commissione esteri del Parlamento europeo ha espresso il suo dispiacere per il mancato consenso per l’avvio dei negoziati di ammissione con l’Albania e la Macedonia del Nord.

Lui considera che l’Ue non deve fare prima la riforma al suo interno e dopo i processi di allargamento, poiché si mette in repentaglio l’andamento delle riforme nei Balcani occidentali. “La credibilità ha subito un grave danno, l’Unione europea parla nel mondo sui successi di multilateralismo e che siamo una potenza leader, ma è mancata la concordanza. La nostra credibilità è stata danneggiata” – ha detto Hahn.  

“Noi abbiamo date delle garanzie, una volta soddisfatti i criteri sarebbero avviati i negoziati. Non abbiamo rispettato le nostre promesse e spero che la decisione venga riesaminata” – ha sottolineato il commissario Hahn.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter