Çuçi, database online per persone colpite dal sisma

Tutte le ispezioni per i danni causati dal terremoto del 26 novembre scorso, saranno fatte in tempo reale e i dati saranno trasferiti in un database centrale dove chiunque può vedere quanti edifici e appartamenti sono stati ispezionati. 

Il Ministro dell’Agricoltura, Bledi Çuçi, in qualità di coordinatore del gruppo di gestione delle crisi, ha dichiarato che “nelle ultime 24 ore, il lavoro si è concentrato sull’attuazione della decisione del governo di accogliere e accomodare gli sfollati negli alberghi. 2573 persone sono state ospitate negli alberghi di Shëngjin (nordovest) e Golem (vicinanze di Kavaja).

Abbiamo iniziato a intervistare tutte le persone che ci sono. Risponderemo uno a uno alle persone le cui abitazioni sono state distrutte dal terremoto”. Secondo Çuçi, solo nei primi 530 intervistati, si capisce che ci sono anche persone che non sono direttamente coinvolte al danno causato dal terremoto. “Comprendendo la prima fase dello shock del terremoto, dovremmo gradualmente passare alla soluzione finale solo per coloro le cui abitazioni sono state distrutte dal terremoto” – ha sottolineato il Ministro.