Italia vince il mini torneo di beneficenza, ritornano in campo le stelle del calcio

 

Sotto lo slogan “Giochiamo e costruiamo insieme” sono scesi in campo campioni delle nazionali di calcio dell’Albania, Italia, Grecia e Turchia. Il ricavato dai 6100 biglietti andrà in aiuto alle famiglie terremotate.

La prima semifinale si è giocata tra Albania-Italia finita 1-1 con reti di Esposito e Bogdani. l’Italia passa in finale dopo i rigori (2-3).
La seconda partita tra Turchia-Grecia si è conclusa 0-1.

Dopo una pausa sono scese in campo le finaliste, dove nonostante fosse una partita di beneficenza volevano vincere ad ogni costo. Alla fine il trofeo è stato vinto dall’Italia grazie a un’autorete di Kotsios.

C’è anche in po’ di Albania in questo trionfo grazie a Gianni De Biasi il quale era ct della nazionale italiana.

Gianni De Biasi
“Rivivo grandi emozioni ogni volta che ritorno in Albania. La partita tra Albania-Italia era emozionante perché dovevo giocare contro la mia squadra. Comunque mi sentivo tranquillo perché alla fine io sarei stato vincitore. Io vinco sempre”- ha scherzato De Biasi nella pronuncia dopo partita.
“Era importante fare qualcosa per coloro che hanno bisogno in questi difficili momenti. Questo vale più di ogni altra cosa”.
“Mi aspettavo più tifosi però quelli che c’erano allo stadio hanno fatto una vera festa, oltre alla beneficenza per la quale bisogna complimentarsi con loro”- ha dichiarato De Biasi che era alla guida della nazionale dei veterani dell’Italia in questo torneo.

Lorik Cana
La grande assenza era quella di Lorik Cana. Il capitano leggendario che ha guidato la nazionale delle aquile al sogno europeo nel 2016 in Francia non era affatto negli ambienti dello stadio. Il quotidiano Panorama Sport informa che Lorik Cana sta per diventare padre per la seconda volta perciò si trovava vicino alla sua signora, Monika.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter