Rama: grazie per aver dimostrato lo spirito dell’Ue

All’inizio del suo discorso alla conferenza dei donatori dedicata all’Albania, il premier Edi Rama ha voluto ringraziare nelle rispettive lingue, come segno di riconoscenza, tutti i paesi che hanno risposto all’appello per aiuto, dopo il tragico sisma del 26 novembre, ‘Faleminderit – Grazie’.

“Sono molto commosso! Grazie dal profondo del cuore” – ha detto il premier Rama, dopo il discorso di Van Der Leyen, la quale dichiarava che l’Unione europea ha deciso di accordare all’Albania la somma di 100 milioni di euro.

“Grazie per aver accettato l’invito del presidente Van Der Leyen, per capire come sono stati tragici questi momenti per il mio paese. Vi prego aiutateci. Grazie dal profondo del cuore per il prezioso appoggio offerto fino ora. Parlo anche a nome e dal cuore degli albanesi. Vi prego sosteneteci” – ha detto il premier Rama.

Lui ha colto l’occasione di fare dei collegamenti tra la mancata apertura dei negoziati di adesione Albania-Unione europea e il terremoto del 26 novembre scorso.

“Correva il 2019 ed era la vigilia del 2020, due grandi ferite: una fisica e l’altra politica, messe insieme per sconvolgere milioni di albanesi, dentro e fuori l’Albania. In fatti, la piaga fisica è la ragione perché siamo qui, il terremoto del 26 novembre. Ma, anche dopo le prime scosse, noi stiamo cercando di affrontare le conseguenze del “terremoto” del 18 ottobre scorso, un giorno buio al nostro calendario, il Consiglio d’Europa non ha deciso a favore dell’avvio dei negoziati con l’Albania. Credetemi, questi traumi sono scolpiti nella nostra mente, nelle nostre anime. Non siamo gli unici al mondo a fronteggiare tale catastrofe della natura. Anche quello che abbiamo vissuto non era il più micidiale, ma noi siamo piccoli e relativamente poveri” – ha detto il premier Rama, alla conferenza dei donatori dedicata all’Albania.    

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter