Radio Tirana Internacional Live
Radio Tirana Internacional

Profilo

Abdyl Frashëri, ardente patriota albanese

  • 9/21/2021 10:08 AM
Abdyl Frashëri, ardente patriota albanese

FrashëAbdyl ri nacque nel 1839 al villaggio Frasher del distretto di Përmet, Albania meridionale e morì nel 1892 ad Istanbul .

Abdyl fu il fratello maggiore di Naim e Sami Frashëri, anche loro due luminari del popolo albanese.

Abdyl Frashëri fino all’età di 18 anni rimase nel suo paese natio, dopo fu stabilito a Giannina. Fu contraddistinto come una giovane personalità politica sin dal 1877, appena sorse la crisi dell’est che metteva in repentaglio i territori albanesi e la loro integrità.

Nelle qualità del presidente del comitato albanese di Giannina, istituito nel 1877, lui elaborò il progetto della proclamazione dell’indipendenza dell’Albania attraverso le insurrezioni armate antiottomane. Ma le sue speranze che lo stato albanese fosse stato appoggiato dai rivali dell’impero russo furono svanite nel nulla. Nel dicembre del 1877 svolse dei colloqui con i rappresentanti della Grecia per stringere l’alleanza albanese greca contro l’impero ottomano, ma essi fallirono poiché Atene non accettò la sua idea per un’Albania indipendente dentro i suoi confini etnici.

Alla fine del 1877, Abdyl Frashëri, in quel tempo deputato di Giannina al secondo parlamento ottomano, fu eletto presidente del comitato centrale per la difesa dei diritti della nazione albanese, fondato ad Istanbul. Come suo presidente, diede un importante contributo per l’elaborazione della piattaforma politica che a sua volta adottò il movimento nazionale dopo la vittoria dell’impero russo contro quello ottomano e particolarmente dopo la firma del trattato di santo Stefano. Secondo la tesi di Abdyl Frashëri, nelle condizioni create in seguito alle tendenze espansionistiche della Russia, dagli interessi delle grandi potenze occidentali per tenere in piedi l’impero ottomano e dalle mire delle monarchie balcaniche per smembrare l’Albania, la giusta soluzione era creare uno stato autonomo albanese nell’ambito dell’impero ottomano che se fosse stato avrebbe potuto sancire i confini etnici dell’Albania e i diritti culturali degli albanesi.

In quanto uno dei principali autori della piattaforma politica del comitato centrale di Istanbul, Abdyl Frashëri, tramite gli articoli pubblicati sulla stampa europea del tempo presentò le sue idee, mentre nella primavera del 1878 partecipò attivamente nella fondazione della lega albanese di Prizreni. Abdyl Frashëri fu contraddistinto da leader, organizzatore e ardente attivista di questa lega. Svolse la sua attività politica nelle regioni di Kosovo e Giannina. Mai distaccò la sua lotta per la tutela dell’integrità territoriale dalla lotta per l’autonomia dell’Albania. Partecipò in tutte le attività e le riunioni organizzate dal consiglio generale della lega albanese, fu eletto presidente della commissione esteri della lega albanese di Prizreni. Fu uno degli organizzatori del convegno di Preveze che combatté contro lo smembramento della regione di Çameria dall’Albania e la sua annessione dalla Grecia. Dopo la repressione della lega di Prizreni, Abdyl Frashëri fu arrestato e condannato a morte, dopo ridotta la pena in ergastolo. A causa della sua precaria salute fu deportato e messo in isolamento.

Mori il 23 ottobre del 1892 ad Istabul. Le sue spoglia furono portate in Albania nel 1978.

Related News